Una svolta alla Foxconn



Foxconn è uno stabilimento cinese dove vengono fabbricati dispositivi tecnologici per conto di alcune tra le più importante aziende dell’Informatica, inclusa Apple. Ai fatti di cronaca sono passate svariate volte notizie sulle condizioni dei dipendenti della fabbrica, costretti a turni di lavoro estenuanti, in ambienti poco sicuri e poco pagati. L’azienda di Cupertino si è attivata con FLA (Fair Labor Association) al fine di indagare sulle effettive condizioni di lavoro a Foxconn. In seguito, anche Tim Cook in persona, il CEO di Apple, si è recato presso lo stabilimento.
Alla luce dei recenti fatti di cronaca riguardanti Foxconn, è giunta la notizia che presso lo stabilimento cinese avverranno importanti cambiamenti a beneficio dei dipendenti. Verrà ridotto il carico di lavoro e verrà migliorata la sicurezza dello stabilimento. Contemporaneamente, verranno costruiti nuovi alloggi per i dipendenti.
A seguito di queste dichiarazioni, molti analisti prevedono un aumento del prezzo dei prodotti tecnologici assemblati a Foxconn, poiché aumenta il costo della manodopera. Tuttavia, in questo caso il discorso non verte e non deve vertere su qualche euro/dollaro in più speso per i prodotti tecnologici, ma sul fatto che molti dipendenti potranno godere di condizioni di lavoro migliori.
Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest