Usain Bolt fa correre la rete!



Quando accade un evento molto importante, questo dilaga in internet, dai post su Twitter a YouTube, al numero di ricerche di Google e mette a dura prova la rete. Così era successo per Michael Jackson.

Così, anche se in misura inferiore, sta succedendo con il velocissimo Usain Bolt, il corridore jamaicano che ha segnato due record mondiali in pochi giorni: 9.58 secondi per i 100 metri, 19.19 secondi per i 200 m, ai mondiali di Berlino. Guardate l’immagine qui sotto:

Usain Bolt

Usain Bolt

Questa tabella indica il numero di ricerche su Google Web Search correlate alla keyword “bolt”. Numeri pazzeschi.

Usain Bolt

Usain Bolt

Queste invece le keywords più cercate su Twitter nell’ultimo mese: Usain Bolt è una di queste, ed per essere una parola chiave che ottiene questa posizione, significa che ha davvero mosso il web.

Cosa significa tutto questo?

Raramente la rete prende ispirazione da fatti di poca rilevanza, come fatti, invenzioni, idee personali. Anche se molta gente vuol far crederci che nella rete chiunque può diventare qualcuno, non è proprio così. Come abbiamo visto, la maggiorparte degli sforzi del web si concentra sugli stessi argomenti che fanno impazzire i media, notizie insomma, e non sul piccolo che cerca di emergere.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest