Via Nano



Via ha da tempo nel proprio listino la soluzione dedicata a sistemi attenti soprattutto  ai consumi complessivi, i processori C3 e C7 sono infatti da sempre considerati tra i migliori esempi di come non sia per forza necessaria una CPU da 100 W per le applicazioni tradizionali.

L’ultima evoluzione di queste CPU controcorrente si trova debuttare in un mercato nuovo che, scherzi del destino, e casa proprio pennello.

Il progetto nano di Via era da tempo noto con il nome in codice Isa riga, ma in molti credevano che fosse solo l’ennesima versione delle CPU economiche e di scarsa potenza presentata dall’azienda negli ultimi anni. Invece, è proprio alle neonate esigenze del mercato, Via si è trovata ad amministrare una conoscenza approfondita e avanzata sulle tematiche del basso consumo proprio al momento giusto.

A differenza di Intel infatti  Via non propone un sistema chiuso dotato di elementi fissi, ai quali  i produttori devono solo aggiungere una scocca esterna.

Grazie alla retro compatibilità della CPU Nano può tranquillamente andare a equipaggiare tutte le schede madri per processori C7, permettendo ai progettisti di inserire il nuovo modello e  i propri sistemi senza nessun problema di sorta.

La base proposta da Via e infatti costituita dalla sola CPU e dal chipset; tutti gli altri componenti sono a discrezione dei produttori, grazie all’adozione di standard ormai consolidati come i bus pci e pci express interni e il supporto memoria Ddr2 tradizionale. L’architettura del processore riprende qualche caratteristica del via c7, ma ne espande la  potenzialità sia dal punto di vista delle prestazioni che per quanto riguarda i consumi.

La CPU, costruita a 65 nm, adotta un bus di comunicazione a 800 MHz,64 kB di cache L1 e 1 Mbyte di L2,e supporta le istruzioni Sse per le applicazioni multimediali.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest