Virus per il Mac: circa 600000 computer infettati



I Mac sono da sempre ritenuti particolarmente sicuri per la ridotta proliferazione di virus in grado di attaccarli. I pirati informatici si sono da sempre concentrati sui sistemi operativi Windows per la produzione di virus, ovvero sui sistemi operativi più diffusi. Le alternative al sistema operativo Microsoft sono da sempre ritenute sicure in materia di virus.

A dire il vero il Mac non è del tutto immune: in passato un trojan di nome Krowi ha rappresentato una seria minaccia per gli utenti Apple. E’ tuttavia da ricordare che questo trojan si diffondeva nelle copie pirata di iWork, quindi in linea di massima era più limitato agli utenti che scaricavano illegalmente del software. In ogni caso, la diffusione di un trojan come Krowi aveva già all’epoca fatto tramontare il concetto di sicurezza totale che, bene o male, un’alternativa a Windows come il Mac era solito instillare negli utenti. Ad ogni modo, a parte l’episodio Krowi, il Mac è effettivamente un sistema operativo generalmente sicuro.

Tuttavia adesso emerge una nuova minaccia per i computer made in Cupertino: Flashback, un virus a tutti gli effetti, capace di provocare danni devastanti: il virus infatti ha colpito circa 600000 Mac infettandoli. L’allarme è stato lanciato da Dr. Web e confermato da Kaspersky. Apple ha già rilasciato due aggiornamenti di sicurezza per correggere il problema.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest