Visibilità sul web, parte seconda: manutenzione, segnalazione



Gestisco da diversi anni almeno diversi siti web (Drupal, Joomla, ed altri), oltre quelli che realizzo su richiesta. Sulla scia di quanto scritto in un altro mio articolo, vorrei qui esporre le mie considerazioni sulla manutenzione & promozione del vostro sito. Come già scritto in precedenza, bisogna mantenere alta la guardia, dato che ci vuole molto poco per scendere inesorabilmente nelle classifiche delle preferenze dei visitatori. Preferenze che ho sempre trovato abbastanza bizzarre e imprevedibili, ma il bello del “gioco” è anche questo, non trovate?

20090812google-logo

Un primo consiglio che sento di dare è quello di non inserire contenuti giusto per mettere nero su bianco: uno dei problemi principali dei siti web è la dispersione di risorse. Non esageriamo con la pubblicità, e cerchiamo di renderla non invasiva, per quanto possibile. Credo che sia ora di essere più orientati ai contenuti, oltre che più sintetici ed incisivi. Sarebbe il caso poi di scrivere periodicamente un articolo (se si tratta di blog, componente ormai irrinunciabile in qualsiasi portale) che abbia contenuto “illimitato” (le classiche “10 regole per…”, ma non solo): un po’ come cerchiamo di fare tutti noi anche su questo sito.

Dare informazioni utili, efficaci, che siano soprattutto utilizzabili nel lungo periodo (e non, ad esempio, relative alla release 3.5.1 di Firefox, ad esempio). Tutto questo contribuirà a fare crescere la vostra autorevolezza, altro punto chiave non ottenibile con procedure automatiche, bensì solo col tempo e l’esperienza. Per quanto riguarda i portali, è fondamentale fornire un servizio utile, efficace, conforme al WEB 2.0 e che “viva” per gli utenti. Abbiate cura, poi, di mantenere il sito sempre raggiungibile, quindi affidatevi ad hosting seri come Altervista e Netsons, che con pochi euro vi garantiscono banda adeguata, database efficienti e quant’altro.

L’utilizzatissimo Blogger, ad esempio, pur avendo una serie di vantaggi come l’auto-ping dei vostri post a Google, molte volte non risulta raggiungibile – nella mia esperienza – causa sovraccarico. E questo ieri sera, ad esempio, è capitato per alcuni minuti su tutti i domini xxx.blogspot … (assurdo, non trovate?) Monitorate sempre le visite con gli appositi strumenti (webmaster tools di google, analytics e altri), e cercate di capire quali siano i contenuti più cliccati, perchè la chiave del successo credo che stia anche lì. I siti di social news come OkNotizie non devono essere sottovalutati, anche se ho notato che la maggioranza di post da me segnalati facevano un piccolo di 200-300 accessi in una mattinata, e poi nulla più.

Dubito che questo serva davvero… sicuramente, ad ogni modo, i link segnalati devono avere dei contenuti tali da uscire dal gregge, da farsi notare: bisogna sempre dare essere originali e di mente aperta! Nei blog ho notato che viene cliccata spessissimo – purtroppo o per fortuna – la notizia indiscreta, la rivelazione (anche se bufala, purtroppo!), lo scoop, e se ci fosse bisogno di dirlo, l’esposizione indiscriminata di sex symbols. Questo non significa che uno non possa riuscire ad emergere con altro: anzi, le castronerie mi pare che vengano automaticamente “punite” dal tempo.

Sono convinto che alla base del successo a lungo termine di un sito ci sia la correttezza e lo spirito critico di chi lo realizza… Dunque, riepilogando: raggiungibilità, efficenza, content-oriented e segnalazione ragionata notizie sui siti Digg e social news. Alla prossima!

PS: se vi siete persi la prima parte dell’articolo, la trovate qui.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Sì, alla base del successo a lungo termine di un sito ci deve essere correttezza e spirito critico di chi lo realizza, oltre ai contenuti si intende. Bell’articolo, grazie per averlo pubblicato. ciao*

  • Bell’articolo, ragionevole e filante.
    Vorrei dire una cosa però circa il content-oriented: non abbandoniamoci alle parole chiave più ricercate. Scriviamo di ciò che ci piace e che sappiamo essere la nostra specialità e prima o dopo arriveranno anche i click!!

Pinterest