Voglio diventare come Thomas Edison



Molti ricorderanno un bell’episodio dei Simpson, dove Homer vuole imitare a tutti i costi il famoso inventore, fino a tentare di rubare una sua creazione inedita per attribuirsene la paternità.

E’ questo un modo simpatico peri ricordare l’anniversario della nascita di Edison, oggetto del logo di Google presente dalla mezzanotte dell’11 febbraio sul piú famoso motore di ricerca del mondo.

Edison è molto ammirato negli USA, sua terra di nascita, e non solo, grazie alla prolificità con cui ha sfornato numerose innovazioni nel periodo di fine ottocento.

Ma soprattutto è ricordato per la sua capacità imprenditoriale, che a differenza di molti altri inventori, che si “limitavano” ad avere grandi intuizioni, lo portava a renderle anche fruibili agli utilizzatori finali.

Riusciva così davvero a vendere ciò che inventava, proprio come un imprenditore. Anzi spesso acquistava le invenzioni da altri ideatori, per poi applicare le sue capacità di svilupparle e portarle sul mercato.

E così molti pensano che Edison sia l’inventore della lampadina, mentre si dice al contrario che quell’idea fosse già nota. Ma ciò che Edison fece fu sviluppare le intuizioni dei suoi colleghi, arrivando a costruire una lampadina vendibile al grande pubblico, lavorando in particolare per ottenere una durata soddisfacente del filamento interno.

La lampadina ad incandescenza era infatti già stata inventata da William Sawyer, a quanto risulta da studi effettuati in seguito.

Le lampadine decretarono l’inizio di una delle maggiori aziende al mondo, tuttora esistente, ovvero la General Electric.

Sorprende di Thomas Edison il numero di brevetti, ma soprattutto la diffusione di ognuno di questi, con importanza ancora determinante al giorno d’oggi.

Anche solo una di queste idee avrebbe arricchito e reso famoso un inventore, figurarsi crearne così tante, e se ancora non bastasse, riuscire a produrle in maniera industriale e metterle in commercio su larga scala.

Al di là del successo generato dalla lampadina, molte meno persone forse sanno che Edison ha creato la prima rete elettrica di distribuzione, che serviva nel 1882 i primi clienti, proprio come oggi fa ad esempio l’Enel nelle nostre case.

Si potrebbe andare avanti per ore, visto quanto è interessante la sua storia, fatta di battaglie a volte perse per innumerevoli brevetti, ma anche di svariati successi da imprenditore.

Uno di questi, ovvero proprio la lampadina ad incandescenza, sembra andrà in pensione l’anno prossimo in Italia, sostituito dalle lampadine a risparmio energetico.

Image by zirconicusso / FreeDigitalPhotos.net

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest