Volunia: un motore di ricerca innovativo italiano



Dietro alla nascita del motore di ricerca Google vi è anche un contributo del professore italiano Massimo Marchiori, il quale ha fornito a Lawrence Page e Sergej Brin una sua idea, poi divenuta una delle colonne portanti del progetto primordiale di Google. Massimo Marchiori ha deciso di re-inventare un secondo motore di ricerca, di nome Volunia. La notizia, già annunciata nell’autunno del 2011, vede il professore italiano al centro di un progetto di motore di ricerca innovativo. A questo progetto si sono anche interessati dei dipendenti di Google, azienda con cui il professore non ha mai perso il contatto, e dalla quale ha ricevuto anche offerte di lavoro.

 

 

La caratteristica che dovrebbe rendere Volunia un progetto innovativo consiste nella capacità di aggiungere funzioni di social-networking al motore di ricerca. Invece di limitare il social-networking a community ristrette, si intende trasformare lo stesso motore di ricerca, uno strumento di uso quotidiano, in un social-network. In sostanza, aggiungere alla mera ricerca di informazioni, anche la visualizzazione di informazioni relative alla presenza di utenti sulle pagine da visitare, e la possibilità di interagire con questi utenti.

 

In conclusione, Volunia rappresenta il tradizionale motore di ricerca, con l’aggiunta delle funzioni di social-networking. Un progetto all’insegna del Web 2.0.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest