Web server, panoramica e cenni storici



I web server sono programmi che consentono di distribuire su internet pagine web e contenuti. Hanno il compito di accettare le richieste dei browser e rispondono inviando dati e contenuti che vengono impaginati dai browser e restituiti all’utente finale. Un server è un PC ad alta prestazione e permette a tutti gli utenti connessi alla rete di utilizzare le risorse condivise, dati, programmi e disposistivi HARDWARE.

E’ usato per l’amministrazione della rete, ha una capacità di calcolo elevata,ha uno o più processori,una o più schede di rete, speciali banchi di memoria ed un maggior numero di ventole di raffreddamento. E’ lo strumento necessario per pubblicare pagine web in internet ed è necessario che sia in esecuzione su una macchina con adeguate risorse hardware e una costante connessione ad internet. Sul mercato esistono diversi tipi di server il più efficace è APACHE, c’è anche e stavolta non primeggia, INTERNET INFORMATION SERVER (o IIS) della microsoft, si tratta di un server che gira su piattaforma windows, anzi fa parte del sistema operativo stesso di cui è l’estensione per internet (IIS7.0 è incluso in WINDOWS VISTA), è un web server strettamente integrato con il sistema operativo e quindi facile da amministrare.

I siti web sono organizzati all’interno del web server che rendono disponibili pagine e contenuti al sito degli utenti che lo richiedono attraverso il browser. La home page,pagina casa, è quella che viene aperta quando si digita URL del dominio senza indicare una pagina in particolare, presenta i menù con collegamenti ad altre pagine tutti accessibili tramite una radice comune detta nome di dominio es. www.repubblica.it seguita da una serie di opzioni tutte collegate e raggiungibili tramite collegamenti ipertestuali. Esistono due categorie di pagine web a contenuto statico e dinamico.

Quelli statici sono utilizzabili per pubblicare la propria azienda per tenerla presente su internet a costi contenuti. Quelli dinamici sono collegati a dei data base e sono caratterizzati da un alta interazione fra sito e utente.L’interazione permette un aggiornamento continuo del sito, infatti l’utente autonomamente ha la possibilità di modificarne il contenuto. Il sistema che consente di far ciò è il CMS (CONTENT MANAGEMENT SYSTEM), è composto da uno o più moduli che hanno un’interfaccia grafica grafica simile a quella di un comune editor di testi come MICROSOFT WORD.

Attraverso semplici operazioni l’utente può aggiornare i contenuti del sito e formattare il testo come preferisce. Esistono dei linguaggi <lato server> che vengono elaborati dal server il quale successivamente invia i risultati al client. Lato server contiene l’insieme di tecniche che consentono di elaborare siti dinamici e applicazioni interattive, un programma elaborato con questo tipo di linguaggio viene sempre elaborato da un server e mai reso disponibile all’utente, il quale può visualizzare il risultato del programma. Tramite interfaccia web si accede a basi di dati, esempio di pagina web con programmazione lato server sono le ACTIVE SERVER PAGES (ASP) essi contengono oltre al codice HTML degli script (elementi di codice) che vengono assegnati dal server per generare codici HTML da inviare al browser dell’utente così è possibile mostrare contenuti dinamici.Quello che è interessante la semplice sintassi della programmazione ASP che consente facilmente l’aggiornamento dei siti.

ASP è stato sostituito da ASP.NET. La prima differenza con ASP è l’utilizzo di FRAMEWORK, il nuovo ambiente di lavoro creato da MICROSOFT per gli sviluppatori affinchè possono soddisfare le richieste degli utenti. Il FREMEWORK è una struttura di supporto su cui un software può essere organizzato e progettato- Alla base del FRAMEWORK c’è sempre una serie di librerie di codice utilizzata con i linguaggi di programmazione. Lo scopo è di risparmiare allo sviluppatore la riscrittura di codice già steso in precedenza.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • ENZA MOLINO

    VA BENE

Pinterest