Windows 7: il prezzo del successo



20091024windows Come ormai tutti sanno, vista l’imponente campagna mediatica di Microsoft, il 22 ottobre scorso è stato lanciato il nuovo sistema operativo della casa di Redmond, Windows 7.

Obiettivo, neanche tanto velato, del nuovo sistema operativo è quello di rimpiazzare Vista, che non ha prodotto i risultati sperati e che, anzi, ha deluso molti fedeli utenti dei Sistemi Operativi Microsoft.

Per Microsoft c’è la necessità di frenare l’avanzata di colossi come Apple e soprattutto Google, che sempre di più cercano di sottrarre all’impresa fondata da Bill Gates importanti quote di mercato.

I presupposti perchè il nuovo Windows Seven abbia successo ci sono tutti, insomma Microsoft sembra aver imparato, e bene, dai propri errori.

Innanzitutto Windows Seven, prima del suo lancio sul mercato, è stato testato da circa 8 milioni di utenti, e questa dovrebbe essere già una garanzia di affidabilità.

Il sistema è leggero e veloce, caratteristiche necessarie per far sì che possa girare in maniera adeguata anche sui piccoli netbook che ormai sono largamente diffusi e che rappresentano un importante settore di sviluppo per Microsoft.

Veniamo adesso ad elencare alcune delle principali caratteristiche:

l’interfaccia è rinnovata rispetto a Vista e appare più semplice ed usabile

– sono state inserite delle librerie, cioè delle cartelle virtuali a cui verranno indicizzati automaticamente file con immagini o  musica fisicamente presenti in cartelle diverse del pc; aprendo la libreria virtuale avremo subito a disposizione tutti i file di un certo tipo

miglioramento della sicurezza con possibilità di crittografare dati e permettere l’esecuzione di un programma solo a determinati utenti grazie alla funzione Applocker

jumplist che permette l’accesso immediato a determinati documenti

– compatibilità con la modalità multi touch

– funzione Snap che permetti di affiancare due finestre

– funzione Shake grazie alla quale, scuotendo il mouse, vengono chiusi i file e si apre il desktop.

Insomma, le novità non mancano, ma veniamo al prezzo:

Windows seven è distribuito in sei versioni con prezzi che variano dai 129 euro, fino ai 399 euro, prezzi non propriamente popolari che potrebbere, in qualche modo, frenarne la diffusione, ma sono solo ipotesi .

Qualsiasi ulteriore analisi sul nuovo Windows Seven appare ancora prematura: solo dopo qualche settimana di utilizzo potremo stabilire quali siano effettivamente i punti di forza e le debolezze di questo sistema operativo.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest