Windows 8: 500 mila download in poche ore



Dopo l’uscita di Windows 8 beta e il successivo boom di download in tutto il mondo, ed esserci occupati nei giorni scorsi delle caratteristiche del nuovo sistema operativo, è interessante analizzare le ripercussioni che potenzialmente ricadranno sulla cultura e sul mercato.

Intanto è bene ricordare, in questi giorni, che nonostante l’attuale posizione di Apple o di Google, chi ha lanciato l’informatica e il personal computer nel mainstream e sul mercato mondiale è stata Microsoft. Quindi vedere sondaggi in cui si chiede se ha più inciso sulla storia Microsoft o Apple fa abbstanza sorridere.

Detto questo, io credo che con la presentazione di ieri e dell’altro ieri, Microsoft abbia definitivamente ritrovato sè stessa. Dopo aver perso un po’ la bussola, giocando sul proprio ruolo storico e sul proprio brand, questa azienda ha perso fette di mercato importanti, ha lasciato che Apple o Samsung diventassero leader in certi settori e che Google la facesse da padroni in altri.

Ebbene, secondo chi scrive, Windows 8 si appresta a rappresentare la rinascita di Redmond. Infatti ieri abbiamo assistito alla definitiva uscita dall’idea che esista solo il PC, ma esistono anche i dispositivi mobili e i tablet. Già con Windows Phone 7 c’era stata una grande evoluzione, soprattutto nella possibilità di creare applicazioni autonomamente, target che si riproporrà in Windows 8.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest