Windows Mail



Tra le novità positive di vista  è sicuramente Windows mail,un client e-mail più robusto, sicuro e moderno del ormai obsoleto out look express. Anche se molti lo ignorano, Microsoft offre gratuitamente anche una versione più completa di questo, utilizzabile non solo con  vista ma anche con Windows xp. Il programma dispone di una interfaccia grafica più pulita e ordinata del suo predecessore, ma mantiene l’essenzialità a cui OE ci ha abituato.

Sulla sinistra si trova, come sempre, l’elenco delle cartelle, mentre a destra viene visualizzato l’elenco dei messaggi presenti nella cartella corrente insieme ad una anteprima del messaggio selezionato. La finestra per la creazione e la configurazione di un account sono pressoché identiche a quelle di OE, ma il più grosso cambiamento resta sotto il cofano e riguarda l’organizzazione dei messaggi su disco.

Oltre a superare l’ormai intollerabile limite di 2 GB per ogni cartella, il nuovo programma integra l’engine del database JET e salva il contenuto di ogni singolo messaggio in un file separato, per garantire un livello superiore di affidabilità in caso di corruzione parziale dei dati. L’uso di questo data base ho anche notevoli vantaggi in termini di prestazioni, sia nella ricerca, sia nell’apertura di messaggi. Il principale handicap di WM è comunque l’inspiegabile mancanza della correzione ortografica in lingua italiana. Anche se non si tratta di una funzione assolutamente indispensabile, è come una mancanza grave rispetto a tutti gli altri programmi. Per chi si accontenta sono comunque disponibili i dizionari per le lingue inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Windows mail include un filtro per la protezione dalle e-mail indesiderate. Si tratta di una funzionalità importante che purtroppo non è presente nei precedenti programmi. L’applicazione prevede tre differenti livelli di protezione, basso, medio e alto, che offrono un livello crescente di efficacia nella rimozione dello spam, ma possono ovviamente causare anche un numero di falsi positivi crescente. Nel pannello opzioni posta indesiderata il programma permette anche di definire una lista di mittenti attendibili per i quali non applicare mai il filtro e una lista di utenti bloccati. Si possono anche bloccare tutte le mail provenienti da uno specifico dominio o si possono bloccare i messaggi che utilizzano codifiche particolari per il testo, come il giapponese o il cinese. L’opzione di configurazione per il filtro integrato nel programma permettono anche di spostare tutte le e-mail sospette nella cartella posta indesiderata, così da aggiungere un ulteriore criterio di protezione al filtro spam.

 

Windows mail non include una rubrica, ma si utilizza completamente Windows per la gestione dei contatti. In pratica, vista raccoglie le cartella contatti dell’utente corrente e tutti gli elementi della sua rubrica, sotto forma di singoli file con estensione.contact. Per inserire l’indirizzo di una persona da cui abbiamo ricevuto una o più mail basta fare clic con il tasto destro su un e-mail e scegliere aggiungi il mittente contatti dal menù contestuale. Invece per inserire manualmente un nuovo contatto si può aprire la cartella presente nel profilo utente e scegliere nuovo contatto dal menù contestuale: Windows farà apparire una finestra in cui inserire tutti i dati del contatto, dalla posta elettronica fino all’indirizzo dell’ufficio.

Come per i contatti, anche per la gestione dell’azienda il programma fa ovviamente riferimento allo stesso Windows calendar già presente in vista. Si tratta di uno strumento abbastanza curato, in grado di gestire più calendari contemporaneamente, ma presenta alcuni limiti. Non si possono ad esempio ridimensionare gli elementi dell’interfaccia del programma, anche se la dimensione predefinita è adatta a quasi tutte le risoluzioni più diffuse. Con questo si può sottoscrivere un abbonamento ai calendari on-line che utilizzano il formato iCalendar e si possono leggere/ pubblicare informazioni su server che utilizzano questo formato su tecnologia WebDav/CalDav. Il programma non permette di collegarsi ad una casella Hotmail, come faceva Outlook, ma Microsoft ha rilasciato un’applicazione che invece lo consente: Windows Live Mail, che da parte degli strumenti gratuiti live legati al motore di ricerca Live.com.A parte qualche modifica alla barra strumenti e alla colonna laterale con l’elenco del cartelle, il nuovo programma è quasi identico al precedente. Introduce però alcune funzionalità aggiuntive rispetto a quello integrato in vista: dispone di uno strumento autonomo per la gestione dei contatti che recupera on-line e tutti gli indirizzi già utilizzati con hotmail e include anche semplici funzionalità di ricerca, ad esempio le organizzazioni in gruppi. Il nuovo programma costituisce un’ottima alternativa a OE per gli utenti di Windows XP: dopo l’installazione può anche gestire automaticamente l’importazione degli account e dei messaggi del precedente programma.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest