WordPress arriva alla versione 3.1.1 prestate attenzione all’aggiornamento



Come ben sappiamo sono ormai passati quasi 2 mesi dall’uscita di “Reinhardt”, meglio conosciuto come WordPress 3.1. La nuova versione (localizzata in italiano nei primi giorni di Marzo) prende il nome dal celebre chitarrista Jazz Django Reinhardt ed ha fin dai suoi primi giorni di vita segnato un punto di svolta per 2 principali ragioni.

La prima e più importante è dovuta al fatto che il team di sviluppo ha ufficialmente confermato che con la presente versione 3.1 si chiuderà il ciclo di questo CMS per come lo conosciamo ora, dato che sarà l’ultima a supportare PHP alla versione 4 e MySQL alla versione 4. Questo sarà bene tenerlo a mente già da ora poichè sarà prerogativa fondamentale in un futuro neanche troppo lontano, un attento controllo dei servizi offerti dai gestori su cui appoggiano i nostri blog o i nostri siti, per chi del web ha fatto il suo spazio di lavoro. E’ ben noto infatti che praticamente qualunque ditta può garantirci queste versioni di PHP e MySQL, poiché son da diverso tempo considerati gli standard, ma non sarà così scontato nel momento in cui sarà richiesto dal nostro CMS preferito un salto in avanti.

La seconda e ben meno traumatica è dovuta alla comparsa di una admin bar visibile direttamente dalla parte pubblica del nostro blog. Inutile precisare che tale barra sarà visibile solo nel caso ci si sia loggati come amministratori del blog/sito e risulterà di grande aiuto per chi come il sottoscritto ha bisogno di tempi di passaggio da parte pubblica a privata del proprio sito.

Sempre legate a questa seconda parte (quella meno traumatica) sono la possibilità di inserire template personalizzati per ogni singolo post e la possibilità di inserire link interni (internal link) nei nostri post.

Il motivo per cui vi parlo ora di WordPress 3.1 ad oramai due mesi dalla sua uscita, è dovuto al fatto che appena una decina di giorni addietro è stata rilasciata la sua prima release update.

Come per ogni software, sia esso destinato al web o al locale, la prima versione di ogni importante upgrade può sempre riservare sorprese. Non è un caso infatti che io sia da sempre convinto nel ritardare l’utilizzo di software appena rivoluzionati o pesantemente modificati, almeno fino al loro primo update. Questa precisazione va’ fatta non tanto per i propri esperimenti casalinghi quanto per i lavori che magari ci son costati mesi se non anni di passione e cure, i quali rischiano di sparire per la fretta di provare affrettatamente nuovi versioni dei nostri software preferiti.

Con la versione 3.1.1 WordPress non ha voluto rilasciare una semplice release di mantenimento, bensì una security release di notevole importanza. Come han voluto precisare i ragazzi del team di sviluppo, questa nuova versione corregge ben 30 bug presenti nella precedente versione 3.1 oltre a 3 bug riguardanti rispettivamente il caricamento dei media, un potenziale crash PHP in determinati ambienti di produzione ed una falla che rendeva il CMS vulnerabile ad attacchi di tipo XSS.

In conclusione ritengo che l’attesa di questa security update sia valsa sicuramente la pensa, vista la mole di problemi risolti e la notevole solidità conseguita dal CMS in questo aggiornamento. Un ultimo aspetto che vorrei far presente è dovuto all’aggiornamento dalle precedenti versioni. Solitamente il CMS WordPress si è sempre comportato bene nei vari upgrade automatici effettuati all’interno del pannello di amministrazione. Va’ però segnalato (potrebbe anche solo essere un caso isolato), che nel passaggio alla versione 3.1 dalla precedente, l’aggiornamento automatico può mandare in crash il sito. Vi raccomando perciò al fine di evitare di trovare al posto del vostro sito la poco simpatica scritta “fatal error: allowed memory size of…….”, di aggiornare manualmente il vostro CMS, tramite un più lento ma sicuramente più controllabile FTP Client.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest