Yahoo e Microsoft alla ricerca… della “ricerca” perduta!



I love Yahoo

Chi ha detto che i competitors debbano rimanere per sempre nemici giurati?? Di fronte allo strapotere di Google, i messangeri di Microsoft fanno visita a Miss Yahoo, nella valle incantata delle tette rifatte.

Da un lato abbiamo Bing, il nuovo tentativo di competere nel settore delle ricerche online, in questo settore Microsoft è all’ultima spiaggia (difatti preferisce farlo nascere a giugno…). Dall’altro lato abbiamo Carol Bartz, nuovo boss dell’allegra compagnia, decisamente più aperta verso le relazioni esterne del precedente, Yang (ma decisamente più Yin), che in qualche modo salvò l’integrità dell’azienda qualche anno fa sotto l’attacco monetoso di Microsoft…

Durante la riunione, i “grandi capi” non hanno solo fumato il Calumet. Pare che abbiano intenzione di sviluppare alcuni punti in comune… l’accordo riguarderebbe, secondo indiscrezioni, l’acquisizione del settore pubblicità e performance di Yahoo, da parte di Microsoft, in cambio della… “paghetta”, mentre Yahoo si occuperebbe dei contenuti pubblicitari per entrambi i marchi.

Si preannuncia una fusione interessante, soprattutto per le richieste finanziarie di Yahoo… già in passato considerate troppo esose dalla “Micro”, ma il nuovo CEO è una donna, e le donne si sà… ci sanno fare con le contrattazioni! E non è certo una buona cosa per la software-house di Windows, che ora sembra intenzionata ad andare sino in fondo.

Secondo indiscrezioni la cifra dovrebbe essere poco sotto i 3 milioni di dollari per la gestione dell’advertising di Yahoo per tre anni. Staremo a vedere quanto Gates & Co. riusciranno ad abbassare la cifra.

Secondo ComScore, Yahoo detiene un record del 65% delle ricerche online. Yahoo 19,5% e Microsoft (Bing) 8,4%. La somma Microsoft + Yahoo non da come risultato Google, ma comunque farebbe respirare un mercato che dimostra sempre meno alternative.

E la concorrenza, anche solo la sua esistenza… sappiamo bene quanto sia importante in un dannato sistema capitalistico.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • madster

    Errata corrige: “Secondo ComScore, Yahoo detiene un record del 65% delle ricerche online.”

    Versione corretta: “Secondo ComScore, Google detiene un record del 65% delle ricerche online.”

Pinterest