Telegram crede nei pagamenti digitali e si accorda con una società inglese per veicolare i pagamenti di beni e servizi direttamente in app: il sistema? L’uso di chatbot.

ECOMMPAY E TELEGRAM

L’ultimo aggiornamento di Telegram offre la possibilità dei pagamenti digitali in-app, grazie alla nuova opzione che permette l’acquisto di beni o servizi tramite chatbot integrate: il tutto è possibile grazie alla partnership con la società britannica Ecommpay, dal fatturato stimato annuo di oltre 41,6 milioni di dollari.

I suoi servizi di pagamento digitale sono attivi dal 2012 in tutto il mondo, e con questo accordo saranno integrati nella seconda piattaforma di messaggistica dopo Whatsapp.

Ecco quindi che gli oltre 400 milioni di utenti Telegram da lunedì 12 ottobre 2020 potranno sfruttare la possibilità di acquistare direttamente in-app biglietti del cinema, viaggi, eccetera. Non mancherà poi la possibilità di pagare utenze e servizi registrati.

PAGAMENTI DIGITALI TELEGRAM: COME FUNZIONANO

Il sistema funzionerà in modo semplice attraverso le chatbot della piattaforma, passando così dalla sola interazione con le attività commerciali, alla possibilità concreta di acquisti e pagamenti gestiti tramite Ecommpay, già partner di società finanziare come Visa, Mastercard e PayPal Commerce Platform.

Come si fa a pagare con Telegram? Facile, basta selezionare il prodotto o il servizio dal canale bot del commerciante e cliccare su Paga: il sistema crea la fattura e il modulo in cui immettere i dati per pagare, tornando poi al canale commerciale al termine della procedura. Più veloce a farsi che a dirsi!

Attenzione: Telegram fa sapere che i dati relativi al pagamento e quelli fiscali sono trattati direttamente dalla società che gestisce i servizi, e sono a loro inaccessibili.

Leave A Reply

Please enter your comment!
Please enter your name here