TELEGRAM: COS’È E COME FUNZIONA

L’applicazione di messaggistica che sta dando filo da torcere a WhatsApp ha un funzionamento semplice ed è davvero utile per comunicare: ecco a cosa serve Telegram.

TELEGRAM: A COSA SERVE

Telegram è un’applicazione di messaggistica gratuita creata nel 2013 per chattare con i contatti, inviare e ricevere immagini, emoji, file, eccetera, ma non solo.

È infatti possibile usarla per organizzare gruppi pubblici e privati, e molto altro, attraverso smartphone, web, programma PC e smartwatch Android Wear 2.0.

Ma se tutti usano WhatsApp, a cosa serve Telegram? A chi vuole andare oltre.

Partiamo dal presupposto che installare Telegram è veloce: basta aprire lo store del vostro sistema operativo, digitare il nome e selezionare l’applicazione contraddistinta dall’aereo di carta per scaricarla.

Ricordate che il servizio è disponibile per Android, iOS, Windows Phone e Firefox OS, e non lo è per Blackberry; è comunque utilizzabile da desktop, PC e Mac, anche tramite web app o estensione per Google Chrome. telegram.org/apps.

TELEGRAM: LE CARATTERISTICHE

Telegram può essere installata perché è pratica, utile e vantaggiosa: oltre a permettervi di contattare gli amici e scambiare messaggi, offre anche tante altre possibilità.

Ecco alcuni tra i vantaggi di scaricare l’app Telegram:

  • è gratis
  • è sicura
  • garantisce privacy
  • è completa di adesivi e GIF che si aggiornano periodicamente
  • offre la possibilità di allegati con dimensioni illimitate
  • permette la sincronizzazione nel cloud
  • offre un client per PC, i bot e i canali da seguire

Come avete letto, le sue caratteristiche principali sono tante: ricordate che le conversazioni su Telegram sono opportunamente crittografate per non essere lette da terzi.

Inoltre dimenticate il meccanismo delle spunte blu di WhatsApp: Telegram infatti usa spunte unicolor che diventano 2 nel momento della lettura del messaggio.

COME USARE TELEGRAM

Anche usare Telegram è semplice: prima di tutto create un account con il numero di telefono e aggiungete i contatti. Fatto: siete ufficialmente utilizzatori dell’app di messaggistica.

Ora potete usare hashtag per implementare il motore di ricerca interno, il sistema di condivisione file fino a 1,5 GB e la classica menzione, oppure creare gruppi anche molto numerosi (fino a 5.000 membri), usare il comodo super editor per le immagini e fondare canali Telegram.

Usare l’app di Nikolai e Pavel Durov vi permette di gestire e diffondere i contenuti attraverso una prospettiva diversa: ecco perché esistono i bot, applicazioni di terze parti che sembrano chat automatiche e garantiscono velocità, utilità e versatilità.

A COSA SERVONO I BOT TELEGRAM

Essi interagiscono con le richieste impartite attraverso comandi precisi e possono avere diverse funzionalità: i bot Telegram danno informazioni sul meteo, fanno ascoltare musica, vedere video di YouTube, controllare la tracciabilità di un pacco, attivare giochi e via.

Ricordate che i bot Telegram hanno dei limiti: per esempio ogni account può averne massimo 20 creati tramite @BotFather, le informazioni (/setabouttext) possono essere massimo 120 e la lunghezza massima della descrizione è di 512. Per finire la panoramica sui bot, la dimensione massima di un file inviata dal bot (BotAPI) è 50 MB, quella ricevuta è 20 MB.

Per concludere, dovete sapere che una delle peculiarità di Telegram sono gli sticker, elementi visual simili alle emoji ma più articolati e facilmente condivisibili: per farlo basta toccare l’icona specifica. E per registrarne di nuove basta un tap per creare collezioni da condividere con la community.

TELEGRAM: LA SICUREZZA

La sicurezza di Telegram rispetto a quella di altre applicazioni di messaggistica istantanea è superiore grazie a:

  • protocollo MTProto
  • 2 livelli di crittografia
  • il continuo lavoro della community

Inoltre esistono le chat segrete di Telegram, in cui i messaggi sono come in cassaforte e il livello di crittografia passa da server-client a client-client per tutti i dati.

Un esempio: cancellando il messaggio da un dispositivo questo sparisce anche su quello dell’altra persona, inoltre è possibile impostare un tempo di autodistruzione di tutto ciò che inviate, siano essi testi, immagini, file, eccetera.

TELEGRAM SENZA INTERNET

Un’altra peculiarità di Telegram è la memorizzazione delle conversazioni nel cloud per accedere ai messaggi da qualsiasi dispositivo senza bisogno di smartphone collegato a internet.

Difatti grazie al client autonomo Telegram che permette l’accesso alle conversazioni dal programma installato sul computer, a differenza dell’applicazione per PC di WhatsApp.

Ma quindi è meglio Telegram o WhatsApp? Dipende dagli obiettivi: la prima è tecnicamente superiore e adatta anche per intenti professionali, ma WhatsApp è più diffuso. Ecco perché ad oggi la soluzione migliore è quella di installare entrambe le applicazioni sfruttando le caratteristiche e i vantaggi di ognuna

Leave A Reply

Please enter your comment!
Please enter your name here